Siamo liberi?

Quante volte nella vita ci si trova a ragionare su quale sia la nostra direzione finanziaria?
Capita spesso, almeno a me è capitato molte volte.
Forse sembrerò un po' filosofico, ma in realtà il mio discorso è pratico! Ci troviamo in una società dove ci viene sempre insegnato e dimostrato che scambiando il nostro tempo riceviamo denaro o soddisfazione. Ma conoscendo le persone, non a tutti piace barattare il proprio tempo, se il valore di esso è largamente svalutato rispetto alla qualità e quantità del tempo impiegato.
Tutti vogliono essere ricchi (senza curarsi della ricchezza interiore), ma veramente pochi capiscono che una ricchezza interiore poi porterà nella vita anche l'altra ricchezza. Allora ci troviamo ad un assurdo: tutti vogliono essere ricchi, ma quasi nessuno è disposto a mettersi in gioco per lo scopo e quindi ripegano giocando a winforlife al superenalotto e sfidando la sorte nei casinò! Chi guadagna con queste cose non sono i pochi fortunati che fanno 6 (la maggior parte si rovina, perchè non ha nessuna istruzione finanziaria)!
La vera ricchezza sta nella libertà, noi siamo liberi anche se non lo sappiamo.
Molte cose vanno conquistate, la libertà invece và scoperta: scoprendo la libertà si conquista la ricchezza!

Tornando al denaro inquadriamo 4 tipologie di posizioni (leggete "i quadranti del cashflow" di Robert T. Kiyosaki):
1) dipendenti: scambiano tempo per denaro e lavorano in un sistema di altri e pagano molte imposte
2) autonomi o piccole imprese: posseggono un sistema ma lavorano in esso e pagano molte imposte
3) grandi imprenditori: inventano o comprano un sistema, non scambiano il loro tempo ma la qualità del loro intervento li rende liberi finanziariamente e ovviamente pagano meno imposte
4) investitori: usano sistemi perchè i loro soldi generino altri soldi

Ragionandoci anche pochi secondi sappiamo dove siamo e dove stiamo andando, e soprattutto dove vorremmo essere! Io avrei fatto il dipendente tutta la vita se non mi fossi fermato a pensare a cosa comporta nella maggior parte dei casi:
legge dei 40 - Lavori 40 anni per goderti 40 mesi di ferie (che non coincide con vacanze) per poi vivere il resto della vita con il 40% del tuo ultimo stipendio (e questa è una visione ottimista delle cose che prevede che con lo stipendio tu sia sempre riuscito a vivere e che poi trovi un sistema per poter vivere con la pensione, se ne avrai una...).

Quindi vogliamo diventare ricchi, ma non come zio paperone, ci basta la serenità di vivere, la gioia della libertà senza affogarsi nel materialismo ne affogare nei conti da pagare. Come fare?
La mia ricerca la ho iniziata ormai da 2 anni, sto investendo nel Forex (con ottimi risultati!!), investo nell'immobiliare, mi impegno in ogni lavoro che riesco a trovare in tutti gli ambiti che comportano per me una crescita (nessun lavoro fisso, ne contratto, grazie alla "crisi" e forse è meglio così) e soprattutto studio, mi confronto umilmente con chi vuole condividere con me le sue conoscenze.
Ricerco e studio anche come migliorare la mia vita in termini qualitativi, di salute e anche di spiritualità (senza però votarmi per nessuna bandiera o religione)!
Infatti anche io come il "padre ricco" di Robert dico "sono ricco! solo che momentaneamente al verde!".