Negozi, Linux e mondo Microsoft


Mi veniva spesso da chiedermi come mai non ci sono negozi che promuovano Linux . Che non ci siano tecnici in grado di reggere il confronto con il pubblico? Probabile ma non può essere da tutte le parti cosi'. Fin che poi un giorno mi sono trovato prima persona a lavorare come tecnico in un negozio e cosi' ho capito! I pc vengono "riparati" quel giusto che basta (installare anti virus scrauso appena fatto acquistare e stop, cosi' se ci si prende uno spyware che l'anti virus non copre allora altra assistenza altro profitto), installati senza intelligenza Windows XP senza settare la password amministrativa e soprattutto senza avvisare il cliente dell'importanza di un uso corretto dei sistemi di sicurezza di un pc e l'informazione viene negata... insomma in una parola: omerta'! Un giorno mentre installavamo dei desktop in negozio ho chiesto al titolare se noi installavamo Linux (dato che dai pc che ci arrivavano, che lo hanno preinstallato, lo toglievamo), e a risposta positiva ho esclamato "Ottimo! allora dato che esponiamo 30 pc con Vista, gia' che ci siamo ne metto uno nell'angolino con Linux e perche' no? anche con Compiz o Beryl?". Non lo avessi mai detto! A parte il fatto che non sapeva cosa fossero Beryl o Compiz, mi ha detto ESPLICITAMENTE "No! perchè poi la gente fa' troppe domande, è meglio che non sappia. Chi sa', e ci chiede, noi diciamo che lo installiamo e basta".
Incredibile!! La gente (molta gente) non sa che esiste Linux, compra un computer dove Windows e' preinstallato e a volte non si puo' nemmeno comprare senza, chi vuole una soluzione a i molteplici virus che campeggiano nei loro pc viene proposta una costosa soluzione di formattazione (e in caso salvataggio dei dati) reinstallazione sys e acquisto di un bel anti virus patacca.
Ci sono altri modi per guadagnare signiori miei.
Ora non lavoro più con loro, posso capire tutti i problemi che un negozio possa avere nel fare informazione, ma non e' giustificante! Ecco perche' poi molta gente delusa si compra un Mac! Sono ottime macchine, un po' costose ma ottime. Quasi nessun virus e tutto gira liscio. C'è chi deve solo andare su internet, scrivere la posta usare un pacchetto office e al massimo stampare e masterizzare, e gli tocca comprare licenza sys, licenza office, licenza programma per masterizzare, licenza anti virus, e il pc gli costa il doppio e si ritrova con una macchina bella da vedere (e non cosi' tanto :P ) ma a rischio continuo di virus e via dicendo... allora poniamo una scelta al cliente, molto semplice: facile facile facile, costoso e con rischi di sicurezza (impegnativo perche' richiede massima attenzione su tutto quello che si fa', soprattutto in internet) oppure non sempre facile (impegnativo! perche' bisogna informarsi!), difficile per i giochi ma non impossibile, sicuro in internet e economico. Ovviamente una domanda cosi' richiede che ci sia un'interlocuzione con il cliente (quindi che ci si impegni), che ci sia un'ottima preparazione tecnica anche di chi sta dietro al bancone, che i tecnici siano preparati (magari una distribuzione preconfigurata per le varie categorie di macchine in vendita da installare al volo).
Per concludere: non dico che i prodotti Microsoft non siano da adottare, ma che possano essere sfruttati meglio (anche cercando di non alimentare i problemi di sicurezza) magari grazie a prodotti free e che non servano solo ad aumentare il guadagno da virus (in fondo non proteggete quello che dite di amare), i sistemi Linux sono ancora di difficile distribuzione ma non impossibile, è giusto che chi compra un pc o comunque chiede informazioni sappia che esiste una e più alternative e che tutte comportano delle differenze e dei guadagni, che comprare un pc non vuol dire necessariamente comprare Windows.

Altra cosa buffa: ho provato a comprare un gioco per Linux in piu' di un negozio. Niente da fare mi hanno detto che è un 'casino', che che non si trovano, bla...bla...bla... in definitiva non hanno neanche voluto sentire i loro distributori!

Chiedo a voi, tra clienti o tecnici o solamente curiosi cosa ne pensate di questa contorta faccenda. Ovvero chi è monopolista? l'azienda o il singolo?